A Napoli, sotto casa mia…

La cosa più bella di quando presenti un tuo libro a pochi passi da casa, è che non solo sei in compagnia di tanti amici, ma anche che, mentre parli, sei costretto ad alzare la mano di continuo per salutare il portiere, il commerciante, il garagista, il giornalaio, il barman e via così, le persone di tutti i giorni che saluti sempre da lontano con un cenno della mano e che, però, a pensarci, sono fra le più importanti, perché fanno parte della tua quotidianità, riempiono le tue giornate “normali”. E la vita alla fine questo è: tante giornate normali trascorse a far cose utili e meno utili, mentre da lontano scambi un cenno d’intesa con chi è impegnato a fare altrettanto.




Leave a Reply

602103_350934578344817_2064038765_n
Inizia il percorso con Silvia Meucci
13925416_10154439449724185_7924323816058446243_n
La meravigliosa lettera di Francesca, della libreria Namastè
1920181_234126016757691_7925522491354518631_n
La tentazione di essere felici, un assaggio di lettura
12745682_916634528453103_4726569052875537428_n
Al Premio letterario Rieti